Mai più soli… Insieme ci riusciamo!

X
Seguici sulla nostra newlsetter

26.01.2016

La Casa di Pollicino mette le fondamenta, aiutaci a completare l’opera!

Due anni fa nasceva il progetto "La Casa di Pollicino", oggi è cresciuto ed una nuova dimora è pronta ad accoglierlo

Nel gennaio 2013, presso il CDD “Il Veliero” di Cassano Magnago, nasceva “La Casa di Pollicino”, un progetto che risponde al bisogno di minori con diagnosi di disturbo pervasivo dello sviluppo (autismo) e al bisogno delle loro famiglie. A due anni di distanza il progetto si avvia alla stabilizzazione, anche grazie all’individuazione di una sede dedicata presso l’istituto Aloisianum di Gallarate.

Nell’estate scorsa, a luglio 2015, Solidarietà e Servizi ha avviato la richieste di autorizzazione alla ristrutturazione dello stabile alla Sovrintendenza dei beni Artistici e Culturali, essendo lo stabile vincolato e curato dal suddetto ente.

In attesa delle autorizzazioni di legge e dell’avvio dei lavori, già dalla metà di ottobre la sede è stata trasferita presso l’Aloisianum, in uno spazio provvisori arredato in modo da renderlo funzionale ai bisogni dei minori accolti.

Nei giorni scorsi si sono avviati gli interventi di ristrutturazione al fine di adeguare gli spazi alla normativa edilizia e socio sanitaria vigente, oltre che per renderli funzionali allo svolgimento delle attività e alle specifiche necessità dei bambini che frequentano il servizio.

Il tempo stimato per la conclusione dell’intervento è di tre mesi, pertanto la cooperativa prevede di trasferire definitivamente le attività nella sede definitiva a partire dalla primavera 2016, orientativamente nel mese di maggio.

Il trasferimento sarà accompagnato dall’inaugurazione ufficiale della nuova sede, occasione per presentare al territorio il servizio e la sua modalità di intervento, oltre che per incontrare e ringraziare gli Enti e le persone che – con la loro attenzione e generosità – hanno sostenuto il progetto ed hanno permesso di realizzare questo servizio a favore dei 32 bambini affetti da autismo che lo frequentano stabilmente e di quelli in carico attraverso altre forme di sostegno (in particolare interventi educativi domiciliari e supporto all’inserimento scolastico).

La Fondazione Comunitaria del Varesotto, il CRAL della Banca Popolare di Bergamo e Novartis - sede di Varese hanno valutato positivamente la validità e la sostenibilità del progetto, e hanno deliberato un contributo economico a sostegno della sua realizzazione.

Se vuoi sostenere il progetto CLICCA QUI

Guarda le foto della nuova sede