Mai più soli… Insieme ci riusciamo!

X
Seguici sulla nostra newlsetter

21.10.2016

Efficienza, outsourcing e inserimento lavorativo di persone disabili


Il seminario organizzato da Solidarietà e Servizi nella sede di Eolo S.p.A. fa parlare Profit, no Profit ed Amministrazione Pubblica

Il seminario svolto giovedì 20 ottobre ha presentato casi concreti di recupero di efficienza attraverso l’uso appropriato della tecnologia e dell’esternalizzazione, cogliendo le opportunità che la legge offre per l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

Di grande attualità il primo argomento trattato dall’Amministratore di trecent60° srl di Busto Arsizio, il dott. Marco Micci, che possiamo riassumere con l’affermazione “portare efficienza in ufficio è possibile, anzi, è quasi un obbligo”. Infatti, non possiamo spingere l’officina a 300 all’ora (il riferimento è all’evoluzione tecnologica e ai miglioramenti che gli imprenditori stanno ottenendo grazie ai concetti della Fabbrica 4.0) e lasciare che l’ufficio vada a 100 all’ora. La strada? Investire in tecnologia, migliorare nei processi e, perché no, esternalizzare attività non strategiche (Business Process Outsourcing) come per esempio la digitalizzazione dei documenti o le attività di mera digitalizzazione dei dati.

Presenti al tavolo dei relatori, c’erano anche le istituzioni, rappresentate dal dott. Fabrizio Simonini, responsabile ufficio collocamento mirato disabili della Provincia di Varese che, con non poca sorpresa degli uditori, si è reso disponibile ad apportare correttivi migliorativi all’accordo quadro sottostante le convenzioni ex art. 14 Dlgs 276/2003. Questi correttivi potrebbero agevolare le assunzioni di persone con disabilità presso le cooperative che ricevono commesse dalle aziende con più di 15 dipendenti.

Meno tecnico e quindi ancor più coinvolgente, l’intervento/testimonianza di Eolo che, come cliente di Solidarietà e Servizi dall’aprile 2016, ha raccontato il veloce percorso di avvicinamento tra l’azienda – che è passata dai 52 dipendenti del 2012 ai 300 di oggi – e Solidarietà e Servizi. In una situazione di forte crescita come quella raccontata dalla dott.ssa Giulia Corgatelli, HR di Eolo spa, e con la necessità di essere multitasking, diventa difficile se non impossibile stare al passo con le imposizioni di legge in merito alle assunzione di persone con disabilità. Per questo, la collaborazione con Solidarietà e Servizi ha permesso di integrare gli impegni aziendali su questo fronte. Se poi i risultati di questa collaborazione sono quelli raccontati, con soddisfazione e trasporto, da Manuela, responsabile dell’ufficio installatori di Eolo, occorre continuare a costruire occasioni di rapporto e collaborazione tra profit e non profit.

CLICCA QUI PER VEDERE L'INTERVISTA A GIULIA CORGATELLI DI EOLO SULL'EVENTO