Mai più soli… Insieme ci riusciamo!

X
Seguici sulla nostra newlsetter

25.11.2016

A Pavia la mostra Diversamente Arte in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità


Sabato 3 dicembre a Pavia, presso il Palazzo Broletto - piazza della Vittoria - si terrà l’inaugurazione della mostra di pittura “Misericordia di Dio nei racconti della Bibbia”.

In occasione dell’Anno Giubilare Straordinario indetto da papa Francesco sul tema della misericordia, gli educatori del Laboratorio di Pittura del Centro Diurno Disabili “Il Torchietto”, “Il Naviglio” e “Le Betulle” di Pavia, hanno pensato di offrire anche agli ospiti lo spunto per partecipare a questo evento. Il progetto ha portato alla realizzazione di 15 grandi opere riguardanti dei momenti biblici che rappresentano gesti d’amore e di tenerezza di Dio nei nostri confronti.

L’idea di realizzare una mostra itinerante ha lo scopo di presentare il frutto di questo impegno e la rielaborazione che la sensibilità delle persone disabili ha permesso. Le opportunità di incontro al di fuori dei C.D.D. sono importanti sia come occasione di riflessione per tutti i visitatori, sia per gli autori delle opere che hanno modo di vedere le loro capacità inserite in un contesto più ampio e riconosciute positivamente nel sociale.

La mostra è stata inaugurata il 26 maggio 2016 a Vicenza all’interno del Festival Biblico “Giustizia e Pace si baceranno”, promosso da Diocesi di Vicenza e Società San Paolo in collaborazione con le diocesi di Verona, Padova, Adria-Rovigo e Trento.

Il 9 ottobre 2016 le opere sono state esposte all’interno della Chiesa S. Giovanni Evangelista Di Zinasco (PV) in occasione della festa patronale.

Dopo questo percorso la mostra sbarca a Pavia il 3 dicembre: per un’intera giornata la location di Palazzo Broletto farà da cornice alle opere realizzate, offrendo anche a bambini ed adulti la possibilità di partecipare ad un laboratorio di pittura natalizio.

Durante la giornata sarà possibile acquistare il catalogo della mostra con gli interventi di commento di Monsignor Corrado Sanguineti (vescovo di Pavia) e Monsignor Pierangelo Sequeri (preside del pontificio istituto "Giovanni Paolo II").